Kongeegen: Traduzione in Italiano e Testo - Bisse

La traduzione di Kongeegen - Bisse in Italiano e il testo originale della canzone
Kongeegen: Traduzione in Italiano e Testo - Bisse Italiano
Kongeegen: Traduzione in Inglese e Testo - Bisse Inglese
Kongeegen: Traduzione in Spagnolo e Testo - Bisse Spagnolo
Kongeegen: Traduzione in Francese e Testo - Bisse Francese
Kongeegen: Traduzione in Tedesco e Testo - Bisse Tedesco
Kongeegen: Traduzione in Portoghese e Testo - Bisse Portoghese
Kongeegen: Traduzione in Russo e Testo - Bisse Russo
Kongeegen: Traduzione in Olandese e Testo - Bisse Olandese
Kongeegen: Traduzione in Svedese e Testo - Bisse Svedese
Kongeegen: Traduzione in Norvegese e Testo - Bisse Norvegese
Kongeegen: Traduzione in Danese e Testo - Bisse Danese
Kongeegen: Traduzione in Hindi e Testo - Bisse Hindi
Kongeegen: Traduzione in Polacco e Testo - Bisse Polacco
Di seguito troverete testo, video musicale e traduzione di Kongeegen - Bisse in varie lingue. Il video musicale con la traccia audio della canzone partirà automaticamente in basso a destra. Per migliorare la traduzione potete seguire questo link oppure premere il bottone blu in fondo.

Testo della Canzone Kongeegen
di Bisse

Ejnar boede i telt hele året
Med sine to schæferhunde
Et telt han selv havde bygget
Af presenninger

Han boede ude ved Bregnehøjmosen
Drak sprit på enden af måneden
Når der ikke var råd til andet
Han brændte de offentlige breve
Huset var gået på tvangsauktion efter morens død
Ingen vil kaste gode penge efter dårlige
Når man kommer så langt ud
Kommer man ikke tilbage igen

Han blev fundet inden han nåede hjem til teltet
Blev indlagt på sygehuset
De måtte aflive hans to elskede hunde
Men ingen fortalte Ejnar om det
Efter sin mors død var disse to skabninger, det mest dyrebare han havde

Mormor besøgte ham
Han fortalte hende at hundene var kommet i det tidlige daggry
De to schæfere kravlede op i sengen og lagde sig på hver sin side af ham
Og de lå der sammen og så solen stige op
Mormor spurgte, hvad sygeplejerskerne dog havde sagt til det
Ejnar svarede, at hundene var kravlet ud af sengen og forsvundet igen, inden sygeplejerskerne kom ind om morgenen
Og mormor tænkte
”Nu rabler det for Ejnar”
”Nu rabler det for Ejnar”
Vi vandrer
Vi vandrer
Og kommer dog aldrig frem
Ensomme er vi født til den evige vandring
Ensomme er vi født til livets vandring
Vi vandrer over stok og sten
Men finder dog aldrig hjem

I lejligheden overfor har fjernsynet kørt hver nat i de to år jeg har boet her
Hvem er de mennesker der bor derinde?
Mimbres-skålene blev lagt over den dødes ansigt
Og den dødes sjæl rejste ud igennem hullet i skålens bund
Det såkaldte dødehul
Fjernsynet er mine genboers dødehul
Det hul, som deres sjæle vandrer igennem hver nat
Til skærmfantasiernes fremmede, farverige himmel

De vandrer
De vandrer
De vandrer
Men kommer dog aldrig frem

Jeg var på et lille eventyr i går
Ville køre til Slangerup for at købe ind
Det var tidlig aften lidt over seks
Vejret var skønt
Jeg cyklede videre ud af byen
Den 14. august 2015
Købte en is
Cyklede videre til Frederikssund forbi Willumsens Museum
Ved Kronprins Frederiks gamle klapbro stod jeg og nød aftensolen sammen med de spisende gæster på burgerbaren Route 66
Jeg cyklede over sundet og opdagede at jeg var tæt på Jægerspris Skov
Det sted hvor Danmarks ældste levende væsen står
Kongeegen
Jeg har gerne villet se den længe
Nu var muligheden der

Jeg kørte ad en lille gruset cykelsti og kom ind i Nordskoven
Solen var allerede ved at gå ned
Træerne stod tyste og mørkegrønne

Jeg fandt Kongevejen og blev ført igennem en fin allé af gamle platantræer
Forenden kom Jægerspris Slot til syne
Jeg fortsatte videre ud ad landevejen
Efter femten kilometer forbi marker og hede kom jeg til Kulhuse
Jeg måtte være kørt forbi Kongeegen

Ved Kulhuse stod alt stille
Den sidste færge til Frederikssund var gået for tre kvarter siden
Kun enkelte badegæster opholdt sig stadig på stranden
Jeg kørte min cykel helt ned til vandkanten
Smed tøjet og hoppede i
Vandet var lunt og blikstille
Ude i horisonten så jeg solen synke langsomt i havet

Den vandrer
Den vandrer
Den vandrer
Og kommer dog aldrig frem
Ensom er den født til den evige vandring
Ensom er den født til livets vandring
Den vandrer henover stok og sten
Men finder dog aldrig hjem
Jeg gik op igen
Tørrede mig med mit tøj og konfererede mig med et ophængt turistkort
På den måde fandt jeg ud af jeg kunne finde Kongeegen ved at følge Strandvejen
Men det ville snart være mørkt
Jeg måtte skynde mig
Jeg ræsede altså ud ad Strandvejen og kom hurtigt ind i Nordskoven igen

Mod mig kom en pige gående
Og da vi krydsede hinanden genkendte jeg hende som en af pigerne fra gymnasietiden
En smuk pige
Kort, krøllet, blondt hår og underfundige øjne
Jeg kunne ikke huske hendes navn
Lyset var ved at forsvinde og jeg skulle finde Kongeegen
Men måske burde jeg have stoppet op og ladet som om jeg ikke kunne finde vej
Og måske havde hun inviteret mig på et glas
Hun boede sandsynligvis i et sommerhus i nærheden
Eftersom hun var på gåben og kun havde sommertøj på

Men jeg valgte Kongeegen og jeg fandt den til sidst
Stor og eksplosiv, revnet over
Men stadig grøn og levende
Det’ Nordeuropas ældste egetræ
Formentlig fra dengang Jesus blev født
Og jeg lod de henfarne tider og de mest sælsomme tanker gennemstrømme mig mens jeg stod der
Med min lille hånd på dette 2000-årige væsens bark

Og sommernatten sænkede sig over Nordskoven
Helt alene stod jeg der ved siden af denne mægtige kolos
Som jeg så længe har drømt om at se
Når jeg en dag ikke er her mere
Vil den stadig spire og skyde sine grønne blade hvert forår

Vi vandrer
Vi vandrer
Vi vandrer
Men kommer dog aldrig frem
Ensomme er vi født til den evige vandring
Ensomme er vi født til evigheds vandring
Vi vandrer over stok og sten
Men finder dog aldrig hjem
Vi vandrer
Vi vandrer
Vi vandrer
Vi vandre

Traduzione in Italiano della Canzone
Kongeegen di Bisse

Ejnar viveva in una tenda tutto l'anno
Con i suoi due pastori tedeschi
Una tenda che si era costruito da solo
Di teloni

Viveva da Bregnehøjmosen
Beveva alcol fine del mese
Quando non poteva permettersi nient'altro
Bruciava le lettere pubbliche
La casa era andata all'asta forzata dopo la morte della madre
Nessuno vuole buttare bei soldi dopo aver fatto male
Quando sarai arrivato così lontano
Non tornerai più

È stato trovato prima di tornare a casa nella tenda
È stato ricoverato
Hanno dovuto uccidere i suoi due cari cani
Ma nessuno lo disse a Ejnar
Dopo la morte di sua madre, queste due creature erano la cosa più preziosa che avesse

La nonna gli fece visita
Le disse che i cani erano vieni all'alba presto
I due pastori tedeschi sono strisciati nel letto e si sono sdraiati su entrambi i lati di lui
E si sono sdraiati insieme e hanno guardato il sorgere del sole
La nonna ha chiesto cosa avevano le infermiere gli disse
Ejnar rispose che i cani erano strisciati fuori dal letto o g scomparve di nuovo prima che le infermiere entrassero la mattina
E la nonna pensò
'Ora fa rumore per Ejnar'
'Ora fa rumore per Ejnar'
Camminiamo
Noi vaga
E non esce mai
Solitari siamo nati per l'eterno vagabondaggio
Solitari siamo nati per il vagabondaggio della vita
Vaghiamo su bastoni e pietre
Ma troviamo mai a casa

Nell'appartamento di fronte la televisione è accesa tutte le sere da due anni che vivo qui
Chi sono le persone che ci abitano?
Le ciotole Mimbres sono state poste sopra quelle dei defunti faccia
E l'anima dei morti uscì attraverso il buco nel fondo della ciotola
Il cosiddetto buco morto
La televisione è il buco morto dei miei vicini
Il buco in cui le loro anime vagano ogni notte
Per gli strani e colorati cieli dello schermo fantasie

Vagano
Vagano
Vagano
Ma non escono mai

Ero un po ' avventura ieri
Volevo andare a Slangerup per fare acquisti
Era sera presto, poco più di sei
Il tempo era fantastico t
Sono uscito in bicicletta dalla città
Il 14 agosto 2015
Ho comprato un gelato
Sono andato in bicicletta fino a Frederikssund oltre il Museo Willumsens
Al vecchio ponte levatoio del principe ereditario Frederik mi sono fermato e Mi sono goduto il sole della sera con i commensali del burger bar Route 66
Ho attraversato lo stretto in bicicletta e ho scoperto di essere vicino alla foresta di Jægerspris
Il luogo dove si trova la più antica creatura vivente della Danimarca
Kongeegen
I Volevo vederlo da molto tempo
Ora l'occasione c'era


Ho guidato lungo una piccola pista ciclabile di ghiaia e sono entrato nella foresta settentrionale
Il sole stava già tramontando
Gli alberi era silenzioso e verde scuro
Ho trovato Kongevejen e sono stato condotto attraverso un bel viale di vecchi platani
Di fronte è apparso il castello di Jægerspris
Ho proseguito più lontano sulla strada di campagna
Dopo quindici chilometri oltre i campi e heath sono arrivato a Kulhuse
Devo aver passato Kongeegen

A Kulhuse tutto era fermo
L'ultimo traghetto per Frederikssund era partito tre quarti d'ora fa
Solo poco I bagnanti erano ancora sulla spiaggia
Ho guidato la mia bici fino al bordo dell'acqua
Ho buttato i vestiti e sono saltato dentro
L'acqua era calda e calma
All'orizzonte ho visto il sole affondare lentamente il mare

vaga
vaga
vaga
eppure non emerge mai
solitario nasce per l'eterno errante
solitario è è nato per il viaggio della vita
Vaga su bastoni e pietre
Ma non trova casa
Sono risalito
Mi sono asciugato con i miei vestiti e mi sono conferito con una tessera turistica appesa
In questo modo ho scoperto che avrei potuto trovare Kongeegen seguendo Strandvejen
Ma presto sarebbe stato buio
Ho dovuto sbrigarmi
Così sono corso lungo Strandvejen e sono entrato rapidamente Di nuovo Nordskoven

Una ragazza mi è venuta incontro
E quando ci siamo incrociati l'ho riconosciuta come una delle ragazze del liceo
Una bella ragazza
Bassa, riccia, bionda capelli e occhi sottili
Non riuscivo a ricordare il suo nome
Bright Stava per scomparire e dovevo trovare Kongeegen
Ma forse avrei dovuto fermarmi e far finta di non riuscire a trovare la mia strada
E forse lei mi aveva invitato a bere qualcosa
Probabilmente è vissuta in un cottage vicino
Dato che era in viaggio e indossava solo abiti estivi

Ma ho scelto Kongeegen e alla fine l'ho trovato
Grande ed esplosivo, rotto
Ma ancora verde e vivo
L 'albero di quercia più antico del Nord Europa
Probabilmente da quando nacque Gesù
E mentre mi trovavo lì mi lasciavo attraversare dai tempi passati e dai pensieri più strani
Con la mia manina sulla corteccia di questa creatura di 2000 anni

E la notte d'estate è sprofondata nella foresta del Nord
Rimasi solo lì accanto a questo potente colosso
Come ho sognato per così tanto tempo da vedere
Quando un giorno non sarò più qui
Spunterà ancora e spara alle sue foglie verdi ogni primavera

Camminiamo
Camminiamo
Vaghiamo
Ma non ci facciamo mai avanti
Siamo soli

Migliora questa Traduzione

A causa di mancanza di tempo e persone, moltissime traduzioni vengono effettuate con il traduttore automatico.
Sappiamo che non è il massimo, ma è sufficiente per far capire a chi ci visita il senso della canzone.
Con il tuo aiuto, e quello degli altri visitatori, possiamo rendere questo sito un riferimento per le traduzioni di canzoni.
Ti va di dare il tuo contributo per la canzone Kongeegen? Ne siamo felici!

Bisse

Kongeegen: traduzione e testo - Bisse
Thorbjørn Radisch Bredkjær, meglio conosciuto come the Stampede, danese, cantante e compositore.

Kongeegen

Vi presentiamo il testo e la traduzione di Kongeegen, una nuova canzone creata da Bisse tratta dall'album 'Højlandet' pubblicato Mercoledi 16 Settembre 2020

Questa è la lista delle 15 canzoni che compongono l'album. Potete cliccarci sopra per vederne la traduzione e il testo.

Ecco a voi una breve lista di canzoni composte da che potrebbe essere suonate durante il concerto e il suo album di riferimento:
  • Citybois i Højlandet

Tutti i concerti di Bisse

Vi informiamo inoltre sui prossimi concerti di Bisse:

Ultime Traduzioni e Testi di Bisse

Ultime Traduzioni e Testi Inseriti

Traduzioni più viste questa settimana

Fino ad oggi avete migliorato
225
traduzioni di canzoni
Grazie!!